Arena di Verona: verso la stagione 2015

ottobre 22, 2014 by · Leave a Comment
Filed under: Veneto 

Il Festival lirico di Verona che si è appena concluso ha registro un grande successo di pubblico e di critica con ben cinquantaquattro serate. L’edizione del 2014 si è rivelata particolarmente positiva , nonostante le bizze del tempo che però non è riuscito a scoraggiare gli spettatori. Il Festival del nuovo secolo si è svolto anche sui social network come Facebook e Twitter. La Fondazione Arena di Verona, proprio per l’occasione, ha creato un nuovo profilo di Twitter https://twitter.com/arenaverona che ha ottenuto un grandissimo seguito. Anche il profilo di Facebook ha attirato l’attenzione dei fan, provenienti da tutto il mondo. Grazie ai social network, il Festival dell’Arena di Verona si è trasformato, con grande facilità, in un evento mondiale che ha raggiunto virtualmente anche gli appassionati che non hanno potuto partecipare dal vivo. Per rendere il Festival lirico della città scaligera ancora più internar nazionale, la fondazione ha deciso di creare dei contenuti per varie piattaforme come Google+, Foursquare, Youtube, Twitter e Facebook. Inoltre, gli spettatori avezzi ai tweet hanno avuto l’occasione di postare, in diretta, i loro commenti durante l’esecuzione delle varie opere; per realizzare questo ambizioso progetto, la Fondazione ha messo a disposizione più di 400 Tweet seet, le postazioni dalle quali esporre la propria visione sugli spettacoli.
Il calendario delle opere in programma per il 2015 prevede l’apertura venerdì 19 Giugno con il Nabucco e sabato 20 con l’Aida; fra i tanti appuntamenti bisogna segnalare anche l’atteso Romeo et Juliette previsti per l’8 ed il 21 Agosto ed il 3 Settembre. Il 25 Agosto invece, l’Arena di Verona ospita i Carmina Burana.
Il grande successo riscontrato dal Festival di Verona è determinato dall’efficienza dell’organizzazione e dalla varietà di Opere in cartellone che animano il periodo compreso fra Giugno e Settembre.
Esaminando i risultati del Festival del nuovo secolo è evidente che il numero di spettatori che si rivolge alla rete per ottenere informazioni ed acquistare i biglietti è in costante aumento; infatti, circa il 31% ha preferito comperare il biglietto direttamente online in modo semplice, comodo e sicuro. Gli spettacoli del 2014 hanno visto prevalere il pubblico italiano seguito dai tedeschi e dai britannici; inoltre, moltissimi erano i giovani e giovanissimi con un’età media inferiore ai trent’anni.

Per tante altre informazioni sul programma all’Arena di Verona segui il link http://www.arena.it/it-IT/arena/programma-2015.html

Murano presenta la “Notte in Fornace”: percorso esperienziale tra arte, vetro e design

agosto 27, 2012 by · Leave a Comment
Filed under: Veneto 

 

In contemporanea con la Biennale di Architettura 2012, la fornace Seguso di Murano ha creato un percorso esperienziale tra creatività, design, vetro e arte. Dal 24 agosto al 10 settembre2012, Seguso apre per la prima volta le porte della fornace a Murano secondo un concetto di Experience: un camminamento polisensoriale che entra nel vivo della lavorazione tra arte, visione, design e vetro forgiato a mano dal 1397.

 

Antichi saperi diventano emozioni, sensazioni e arte: un percorso per superare la convenzionale esposizione e che ci conduce a riscoprire echi, sensazioni e suoni di antichi continenti. Proprio come una “Atlantide mai sommersa”: è il continente della nostra mente che ci connette con la parte più creativa di noi stessi. Abbiamo bisogno di creare, abbiamo necessità di bellezza, abbiamo bisogno di luce, arte, design come terapia alla “La notte buia dell’anima” metafora dei nostri giorni. Il mito “Atlantide” riemerge ogni qualvolta la tradizione del passato riprende vita, ridesta passione, visioni ed eccellenze: il buio lascia spazio alla luce, al rinascimento della creatività, della laboriosità manuale, dell’eccellenza. Arte che fa bene all’anima, dunque, dove “il bello e la qualità diventano elemento fondamentale per la vita”.

 

È per questo che Seguso, una tra le più antiche famiglie dell’isola, dedita all’arte del vetro da oltre 600 anni e 22 generazioni, ha scelto di aprire di notte le porte della sua fornace inFondamenta Venier. Lo fa in occasione della Biennale di Architettura per condividere con progettisti, artisti, giornalisti e pubblico della manifestazione l’emozione che suscita una fornace autentica, dove ogni giorno il vetro assume colori e forme che contribuiscono ad entrare in innumerevoli progetti di

 

La fornace vive e brucia tutte le ore del giorno e della notte, ma il mistero di questa arte che si fonde cosi fortemente con la natura umana ha delle dimensioni secolari conosciute a pochi. La magia della notte veneziana completa la suggestiona di questo incontro. 


Seguso Experience è, quindi, un concept esperienziale innovativo che segna un nuovo percorso di condivisione dei valori e della cultura del vetro di murano. Leggere, sentir parlare o E-S-P-E-R-I-M-E-N-T-A-R-E? Seguso Experience è calarsi nell’alchimia della sabbia trasformata dal fuoco in materiale nobile, cogliere il saper fare con le mani, seguire il soffio che dà vita alla materia rendendola forma unica, è la consapevolezza che per creare opere d’eccellenza che durano nel tempo, bisogna saper rispettare i tempi della materia e del gesto creativo.

Il “Dream Team” del gruppo Seguso è costituito da Gianluca Seguso, amministratore delegato ePierpaolo Seguso, responsabile creativo. Grazie alla loro propensione orientata alla vision, mantengono viva la tradizione di famiglia, con un mix di tecnologia, poesia, arte e passione, che affonda le radici nel lontano 1397. L’azienda progetta e produce opere diventate storia del design contemporaneo ed esposte presso i più importanti musei del mondo: a Murano vengono realizzate avveniristiche creazioni in collaborazione con le grandi firme del design internazionale e per i maggiori brand del lusso e della moda.

Save the Date: 27 agosto – 10 settembre 2012. Notte in Fornace, The Seguso Experience

Fondamenta Venier 48, Murano. Ingresso libero, free entrance.

Per conoscere il calendario delle notti Seguso Experience e maggiori informazioni:

experience@seguso.com – www.seguso.com/experience

Convegno Nardini: “Benvenuti al Capodanno 2050”.

agosto 4, 2010 by · Leave a Comment
Filed under: Veneto 

 

BENVENUTI AL CAPODANNO 2050

Bassano del Grappa, 10-11 novembre 2010

Grazie all’impegno etico della Ditta Bortolo Nardini, nasce una nuova iniziativa culturale con lo scopo di contribuire al dibattito internazionale sui temi dello sviluppo globale. Come primo progetto un convegno sui trend demografici del pianeta e sulle loro conseguenze negli equilibri geopolitici da cui dipenderanno le sorti della comunità mondiale.

Dalla volontà e dall’impegno etico della Famiglia Nardini, erede della storica e rinomata distilleria di acquavite Ditta Bortolo Nardini di Bassano del Grappa (VI), prende vita una nuova grande iniziativa culturale nel pano-rama italiano. La Nardini si rende oggi promotrice di un dibattito di ampio respiro sui temi dello sviluppo globale, dando vita ad un Comitato Fondativo che avrà il compito di curare e coordinare un Convegno annuale di risonanza internazionale.

La prima edizione del Convegno, dal titolo “Benvenuti al Capodanno 2050”, avrà luo-go nei giorni 10 e 11 novembre presso le Bolle Nardini a Bassano del Grappa. Obiettivo esplicito dell’Azienda è quello di portare, attraverso questa iniziativa, un pre-zioso e sostanziale contributo al dibattito culturale italiano ed internazionale e favorire la discussione dei temi relativi alla crescita sostenibile della collettività.

L’ambizioso progetto è frutto di un patrimonio di valori maturati in oltre due secoli di storia della Famiglia Nardini e nasce dalla volontà di concorrere allo sviluppo della comunità e del territorio di appartenenza attraverso un’iniziativa di respiro internazionale che racchiuda al proprio interno quei valori di etica della responsabilità, di ricerca dell’eccellenza e di impegno sociale tipici dell’Azienda.

 

 

 

Il Convegno Internazionale

L’edizione 2010 del Convegno, che inaugura le attività del Comitato Fondativo e che titolerà “Benvenuti al Capodanno 2050”, analizzerà il tema della crescita demografica planetaria e del suo governo nel quadro degli equilibri geopolitici mondiali da qui al 2050. Chiamato a coordinare le attività del Comitato e a curare i lavori del Convegno è Gianni Riotta, direttore del quotidiano Il Sole 24 Ore, già direttore ed editorialista delle principali testate giornalistiche italiane, radicato negli Stati Uniti e annoverato dalle riviste Foreign Policy e Prospect nella classifica dei “Cento intellettuali internazionali più influenti al mondo”.

Sono stati invitati a portare il loro contributo esperti di profilo internazionale e di assoluto rilievo, tra cui Moisès Naìm, direttore della rivista Foreign Policy, Luigi Luca Cavalli Sforza, genetista, Bill Emmott, giornalista indipendente già direttore del magazine The Economist, Miguel Gotor, storico, Franco La Cecla, antropologo e architetto e Jack Goldstone, sociologo della George Mason School.

Il dibattito si articolerà intorno alle tematiche dei nuovi assetti che si verranno a creare a seguito della crescita demografica dei prossimi quattro decenni nelle aree oggi in via di sviluppo. Il Convegno si prefigge di esplorare il tema del cambiamento degli equilibri della popolazione mondiale per analizzare non “quanti saremo” ma “chi saremo”, “dove saremo” e “come saremo”.

Da qui al 2050 tre miliardi di persone nasceranno o emigreranno nelle megalopoli. E’ del 2010 il sorpasso della popolazione metropolitana su quella rurale. Le nuove città si trovano in paesi non ricchi né industriali: Mumbai, Città del Messico, New Delhi, Il Cairo, Manila, Lagos, Giacarta. In gran parte questa urbanizzazione creerà nuove periferie spesso prive di servizi sociali, scuole, ospedali.

Sarà il teatro del nuovo mondo: se un ordine di produzione, sviluppo e coesistenza sociale animerà le megalopoli, l’integrazione globale sarà possibile. Qualora, per povertà, fondamentalismo e regimi inefficienti, prevalesse un movimento di ribellione, l’instabilità sarà complessa da contenere. Individuare le ricette sociali perché ciò non accada è questione cruciale della comunità mondiale. Alla luce di questi dati e di queste analisi, gli interventi sviluppati nel corso del Convegno dovranno portare un contributo sensibile al dibattito internazionale e proporre piani di sviluppo affinchè i dieci miliardi di persone del 2050 possano convivere pacificamente.

 

 

 

Scheda del Convegno “Benvenuti al Capodanno 2050”

10 –11 novembre 2010

Bolle Nardini, Bassano del Grappa (VI)

Promotore: Ditta Bortolo Nardini S.p.A., Bassano del Grappa (VI)

Comitato Fondativo: Giuseppe Nardini, Presidente Ditta Bortolo Nardini S.p.A., Gianni Riotta, Direttore de Il Sole 24 Ore, Alberto Bovo, Presidente di Hangar Design Group, Moisès Naìm, Direttore della rivista Foreign Policy

Scopo del Comitato Fondativo: Contribuire al dibattito culturale italiano, sviluppando iniziative atte a favorire il dibattito sullo sviluppo sociale ed economico attraverso l’organizzazione di un convegno annuale. L’attività del Comitato Fondativo sarà volta a porre le basi per una futura fondazione culturale.

Convegno “Benvenuti al Capodanno 2050”: Prima edizione del convegno annuale promosso dalla Distilleria Nardini che si terrà a Bassano del Grappa il 10 e 11 novembre 2010.

Tema portante di questo appuntamento lo sviluppo demografico del pianeta e le possibili conseguenze sul piano geo-politico, sociale ed economico da qui al 2050.

Obiettivo del convegno:Il dibattito si articolerà intorno alle tematiche dei nuovi equilibri che verranno a creare a seguito della crescita demografica dei prossimi quattro decenni nelle aree oggi in via di sviluppo. Da tale assetto dipenderà anche la sicurezza mondiale del XXI secolo, messa a rischio dalla crescita demografica dei paesi poveri, e dall’invecchiamento e declino del mondo industriale moderno.

Il convegno si propone di individuare e proporre piani di sviluppo e riforme sociali in risposta alle problematiche demografiche evidenziate nel corso del dibattito.

Relatori: Porteranno tra gli altri il loro contributo Moisès Naìm, direttore della rivista Foreign Policy, Luca Cavalli Sforza, genetista, Bill Emmott, giornalista indipendente già direttore del magazine The Economist, Miguel Gotor, storico, Franco La Cecla, antropologo e architetto, Jack Goldstone, sociologo

Distilleria Nardini: un profilo aziendale

“Il senso di responsabilità verso la collettività di cui facciamo parte e la fiducia nella possibilità di migliorare il mondo attraverso il dialogo e il confronto, ci hanno sempre guidato.”

Giuseppe Nardini, Presidente Ditta Bortolo Nardini.

La Ditta Bortolo Nardini è una storica impresa di Bassano del Grappa (VI), il cui nome, a più di due secoli dalla fondazione, è sinonimo di grappa. Si può certamente affermare che la Nardini è la più antica distilleria italiana e che l’associazione tra lo storico marchio e la tradizionale acquavite continua a vivere ancor oggi grazie alla nuova genera-zione che guida con successo la blasonata produzione di distillati. Nel lungo cammino imprenditoriale che l’ha portata ad essere leader nel proprio mercato di riferimento, la Famiglia Nardini ha sempre saputo coniugare il rispetto per la tradizione e per i suoi saperi antichi con una visione del contemporaneo a misura della propria identità. Il valore della ricerca e dell’innovazione, per Nardini, diviene funzionale alla crescita e al consolidamento del proprio saper fare. Di questa stessa filosofia sono intrisi anche i luoghi: dalla storica e famosa Grapperia sul ponte di Bassano del Grappa, selezionata dall’Associazione Locali Storici d’Italia, alla sede produttiva, un grande edificio immerso nel verde e circondato da un parco disegnato negli anni ’70 dall’illustre Architetto del paesaggio Pietro Porcinai.

A partire dal 2004 il parco aziendale ospita anche le Bolle, preziosa opera architettonica firmata da Massimiliano Fuksas, simbolo della tensione che lega la Famiglia Nardini al territorio di appartenenza e ai linguaggi dell’architettura e della cultura contemporanea. Attualmente alla guida dell’azienda, annoverata nell’esclusivo club “Les Hénokiens” a cui appartengono le imprese familiari bicentenarie, ci sono Giuseppe, Cristina, Angelo, Antonio e Leonardo Nardini, che continuano a portare avanti la tradizione familiare e a diffondere il nome della storica grappa nel mondo.

Per ulteriori informazioni: www.convegnonardini.org

Cima da conegliano

febbraio 23, 2010 by · Leave a Comment
Filed under: Veneto 

Mostra Cima da Conegliano. Poeta del paesaggio

26 febbraio – 2 giugno 2010

Via XX Settembre, 132 – Palazzo Sarcinelli Conegliano (TV)

Orari di apertura della mostra
Lunedì, martedì, mercoledì, giovedì:
10.00 – 20.00
Venerdì: 10.00 – 22.00
Sabato e domenica: 9.00 – 20.00

A quasi 50 anni dall’esposizione allestita da Carlo Scarpa a Palazzo dei Trecento a Treviso, apre l’imperdibile mostra dedicata a Cima da Conegliano, Maestro annoverato fra i protagonisti dell’età d’oro della pittura veneta.

Grazie all’eccezionale sostegno delle maggiori istituzioni museali del mondo – da Londra a Washington, da Los Angeles a Lisbona, Mosca e San Pietroburgo, da Firenze a Milano, Venezia e Parma, solo per citarne alcune – per cento giorni sarà possibile ammirare i massimi capolavori di uno dei geni assoluti del Rinascimento italiano.

Le opere di Cima torneranno a casa, ospitate negli spazi del cinquecentesco Palazzo Sarcinelli restaurato per l’occasione. Una mostra che offrirà anche, grazie a specifiche sezioni, la possibilità di un continuo confronto e rimando tra brano dipinto e realtà del paesaggio. Un’opportunità imperdibile per godere delle opere del poeta del paesaggio nella città che ne fu ispiratrice, nel luogo che tanto segnò l’artista.


Accanto alle grandi pale d’altare si potranno così contemplare le opere devozionali e quelle tavole con storie mitologiche, spesso eseguite per cassoni nuziali, che hanno reso Cima da Conegliano il massimo interprete della cultura umanistica veneziana.

La mostra è stata realizzata con il contributo della Regione del Veneto.

INFO E PRENOTAZIONI
Numero Verde 800 775083
Da lunedì a venerdì in orario
9.00 – 13.00/ 14.30 – 18.00
www.cimaconegliano.it

Pagina successiva »

Intraprendere Blog Network

Magazine Blog Network, è ad oggi il più grande network italiano di blog professionali. Per proporci delle partnership, cambi, collaborazioni, avere informazioni pubblicitarie, inviarci un comunicato stampa contattateci. Il network è gestito da Ariapertalab, casa editrice e laboratorio di idee guidato da Giuseppe Piro.


il nostro network