Carnevale: allegria e divertimento d’inverno

febbraio 6, 2014 by · Leave a Comment
Filed under: News Italia 

Carnevale è il periodo compreso fra metà Gennaio e la Quaresima; più precisamente è consuetudine che inizi il giorno dopo la festa di Sant’Antonio Abate, ossia il 17 Gennaio e che termini di martedì grasso. Dopo il carnevale, la Chiesa si prepara alla Pasqua, attraverso i quaranta giorni di Quaresima.
Le origini del carnevale sono piuttosto antiche e si possono rintracciare nei riti celebrati dagli antichi romani. Il periodo che precede la primavera è sempre stato un momento dedicato a festeggiamenti che sancivano la fine dell’inverno ed il rifiorire della natura; inoltre, alcuni rituali di origine pagana prevedevano che, per scacciare demoni e spiriti, si dovessero indossare maschere e travestimenti. In seguito all’avvento della religione cristiana, le manifestazioni di idolatria vennero sostituite da altre festività imposte dalla Chiesa. Questo processo è avvenuto anche per il carnevale che si è tramutato in un periodo di festa che anticipa il periodo di raccoglimento della Quaresima.
I festeggiamenti di carnevale sono piuttosto corposi e duraturi ma, i giorni principali sono il giovedì ed il martedì grasso al quale segue il mercoledì delle ceneri.
In tutta Italia, la tradizione carnevalesca è piuttosto antica e viva, fra le manifestazioni più suggestive ed apprezzate vi sono quelle di Venezia, di Ivrea, di Cento e di Viareggio. La tradizione del carnevale italiano comprende oltre a colorate sfilate, rappresentazioni storiche, esibizioni e giochi che affondano le loro radici in epoche assai remote. Lo stretto legame esistente con la storia è testimoniato anche dalle maschere tipiche, come per esempio Pulcinella e Pantalone.
A Carnevale imperano gli scherzi, le feste in maschera, i divertimenti ed il buon cibo; in ogni città italiana si preparano piatti tipici ed in particolare fritti. Durante questo periodo, è consuetudine, consumare soprattutto pietanze fritte, sia salate che dolci; fra questi ultimi rientrano i crostoli, noti anche come chiacchiere o galani, ossia delle strisce sottili di pasta dolce fritta e poi spolverata con zucchero a velo.

Una “Chianina” colorata per il Carnevale di Foiano della Chiana (Ar)

febbraio 2, 2011 by · Leave a Comment
Filed under: Toscana 

Nel piccolo borgo toscano, cuore della Valdichiana, la tradizione del Carnevale si riscopre anche a tavola con i piatti della cucina chianina. Dai “crostini” toscani alla bistecca di chianina fino al dolce tipico. E nella seconda domenica, il 27 febbraio, giornata degustazioni e mercatini dei prodotti tipici.

Crostini neri di milza e fettunta; pici al sugo di “nana” (anatra) e ribollita; animelle, coniglio in umido e bistecca di chianina con contorno di “pulezze” (cime di rapa), fagioli all’uccelletto e cavolo nero in umido; per finire le “trecce”, il tipico dolce della tradizione carnevalesca in Valdichiana. Per accompagnare i piatti vino Doc Bianco Vergine della Valdichiana insieme al Chianti dei Colli Aretini. Sarà questo il Menu di Carnevale che accompagnerà le quattro settimane del Carnevale di Foiano della Chiana (dal 20 febbraio al 13 marzo 2011), il piccolo borgo toscano in provincia di Arezzo dove si celebra il più antico d’Italia giunto alla sua 472esima edizione. Anche l’enogastronomia vuole la sua parte, così oltre che nelle case degli abitanti del paese, anche i ristoranti offriranno nei giorni di festeggiamento menu speciali dedicati alla festa con prezzi particolari.

Tra le novità di questa edizione una giornata, quella di domenica 27 febbraio, nella quale l’enogastronomia sarà tra gli eventi collaterali della manifestazione. Accanto ai colossi di carta pesta infatti, molte le iniziative promosse dall’Associazione del Carnevale al fine di unire il divertimento al piacere di degustare alcune delle eccellenze del territorio in varie zone della città. Dai grandi vini della Valdichiana, quella aretina con i vini del Consorzio Vini della Valdichiana e quella senese con il Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano, fino ai prodotti a Km 0 promossi nel mercatino biologico in collaborazione con Coldiretti. Inoltre un mercato dei sapori locali in collaborazione con Confcommercio Arezzo. Ogni domenica inoltre spazio anche all’educazione al gusto per i più piccoli nell’area bambini del Carnevale, dove con la “Favola a merenda” torneranno in vita le merende di una volta. Ogni sabato inoltre, nella Galleria Furio del Furia, sullo sfondo della mostra di Fabio Civitelli dedicata a Tex, degustazioni tematiche. Il 19 febbraio con i vini dell’azienda Santa Vittoria, il 26 febbraio il cioccolato artigianale di Vestri, il 5 marzo l’Enoteca Italiana abbinerà i dolci del carnevale ai vini da meditazione di tutta Italia, mentre il 12 marzo spazio alle birre d’autore con la Birreria del Borgo.

Un motivo in più per giungere a Foiano della Chiana, il borgo medievale che si presenta agli occhi del visitatore con due cinte murarie concentriche in cui si inserisce l’abitato del centro storico, teatro della sfilata in maschera dei quattro cantieri, costruito con l’acceso cromatismo del classico cotto toscano. Un impianto urbanistico unico nella provincia di Arezzo, molto ben conservato, motivo per cui è diviene indispensabile, tra un coriandolo e un ballo, una passeggiata tra le strette viuzze e le piccole piazze che in questi giorni portano i colori dei cantieri in gara. A fare da guardia al paese la torre civica, costruita alla fine del ‘700 sulla precedente porta-torre di Sant’Angelo, risalente alla prima cerchia di mura.

Il Carnevale di Foiano della Chiana, il più antico d’Italia giunto con il 2011 alla 472esima edizione, è considerato tra le più importanti manifestazioni del genere in Italia, sia per le spettacolari coreografie sia per la sua tradizione storiografica. Quattro grandi carri allegorici in competizione, appartenenti ai cantieri di Azzurri, Bombolo, Nottambuli e Rustici, sfilano di fronte ad una giuria formata da esperti d’arte di livello nazionale. Carri mastodontici realizzati da veri maestri della cartapesta e da tecnici della meccanica.

Durante i quattro weekend di festa saranno attivi pacchetti speciali di soggiorno in alcune strutture ricettive della zona. Agriturismo, alberghi e Bed&Brekfast proporranno particolari condizioni per il soggiorno dei visitatori. Per informazioni sulle attività convenzionate e sui ristoranti che aderiranno all’iniziativa del menu di Carnevale è possibile contattare l’Ufficio cultura di Foiano allo 0575/643240 o consultare il sito ufficiale della manifestazione www.carnevaledifoiano.it

Intraprendere Blog Network

Magazine Blog Network, è ad oggi il più grande network italiano di blog professionali. Per proporci delle partnership, cambi, collaborazioni, avere informazioni pubblicitarie, inviarci un comunicato stampa contattateci. Il network è gestito da Ariapertalab, casa editrice e laboratorio di idee guidato da Giuseppe Piro.


il nostro network